Reportage Under 10 – 5° torneo Città di Segni
05 Mag

Reportage Under 10 – 5° torneo Città di Segni

u1001
u1002
u1003
u1004
u1005
u1006

Lunedì 1 maggio 2017 – 5° torneo Città di Segni

I ragazzi dell’Under 10 accolgono l’invito del Segni Rugby ASD al 5° torneo di minirugby organizzato come sempre in modo impeccabile, in un campo circondato dalla natura in una bellissima giornata di sole.

La categoria under 10 disputerà gli incontri sul campo centrale affrontando le squadre del proprio girone: il Ciampino, il Segni rosso e l’Aprilia 1. I nostri atleti oggi sono accompagnati dai due Andrea che avranno il difficile compito di domare 12 piccoli Trolls scatenati incitandoli ad utilizzare le energie in modo costruttivo, in campo, durante gli incontri. Mica facile!

Nell’attesa si stendono nell’erba teli da pic-nic portati dai sempre presenti e “in formissima” genitori/tifosi, dove i ragazzi ne approfittano per riscaldarsi con incontri di lotta greco-romana che non sono altro che placcaggi sfuggiti di mano. E comunque scaldano quindi va bene così. L’entusiasmo c’è.

Per il primo incontro del torneo i nostri sono attesi in campo dal CIAMPINO. I verdi-blu dominano l’incontro senza troppi problemi e meritatamente ricevono gli applausi per il meritato 9 a 0 da mamme e papà che dagli spalti non deludono mai.

Breve intermezzo giochereccio e poi di nuovo in campo per scatenarsi con il SEGNI… ed è di nuovo verdi-blu contro rossi. Non inizia bene questa partita: indecisi e paurosi nei placcaggi (anche perché, diciamolo, gli avversari piccoli non sono) permettono ai padroni di casa di mettere a segno la prima meta. Ma non ci stanno e allora si svegliano e soffrendo riprendono le redini dell’incontro e riescono non solo a recuperare, ma a vincere per 4 a 2. La capacità di reagire è qualcosa che stanno imparando e sono bravissimi.

La terza partita è con l’APRILIA 1. Anche loro sono grossi, è una lotta che mettono in campo e qui la paura di placcare di alcuni ha la meglio sul coraggio. Questi sono incontri da giocare facendo girare la palla con passaggi veloci, non incaponendosi da solisti. E siccome sbagliando si impara… sbagliando perdono 2 a 0 e ascoltano a bordo campo il discorso di Andrea che sottolinea l’importanza di giocare in squadra e con la squadra, di mettere da parte il protagonismo passando la palla e dando sostegno al compagno e l’importanza di portare in campo il coraggio e la determinazione per poter crescere. Comunque hanno lottato. E quindi ancora bravi i nostri piccoletti.

E ora un po’ di pausa per i guerrieri prima della finale per il 3° – 4° posto, stavolta mangereccia, accompagnata da bevande energetiche che all’inizio guardano con sospetto ma che alla frase “questa vi dà energia per la finale” tutti ingurgitano con fiducia da pozione magica (e faccia da bleah!).

E vediamola questa energia!!! Eccola qua, tutta in campo contro l’ANZIO. E qui non c’è solo energia, qui hanno messo tutto quello che Andrea ha chiesto: passaggi, placcaggi (qualcuno davvero spettacolare che ha messo giù ragazzini dall’aspetto quindicenne della serie “scusa ‘ndo vai???”), sostegno e… “mete scalze”, perché quando l’adrenalina c’è a questi ragazzini possono togliere uno scarpino e poi pure l’altro, ma loro continuano a correre a meta come niente fosse e non li ferma nessuno (e i ragazzi hanno brevettato un nuovo termine rugbistico: la “metapuzzolente”). E con Forrest Gump a meta finisce 5 a 2 per gli appini questo incontro che fa meritare alla nostra under 10 il TERZO POSTO al torneo di Segni!

Dopo il Terzo posto scatta il Terzo tempo, graditissimo. Poi le docce e le attesissime premiazioni (attesa ingannata rotolandosi sull’erba, correndo come se non avessero mai giocato e condita anche con qualche barzelletta: euforia da podio). La coppa la alzano tutti insieme, anche perché è enorme. Bellissima come fosse dei primi classificati (che tanto per noi sono sempre primi) la guardano, la accarezzano e la baciano felicissimi.

Finisce con coppa e medaglie un’altra esaltante giornata regalataci dai nostri ragazzi. Grazie a loro, a Andrea e… Andrea e sempre FORZA NOI!

Leave a Reply