Under 10 – Domenica 29 ottobre
02 Nov

Under 10 – Domenica 29 ottobre

u1001
u1002
u1003
u1004
u1005
u1006

Domenica 29 ottobre – Ostia

GIOCARE PER MIGLIORARSI E NON PER ESSERE I MIGLIORI

Secondo appuntamento fuori casa, domenica 29 ottobre, per i piccoli atleti U10. Il rendez-vous è al campo Giannatasio di Ostia, come sempre alle 9,15, ma questa volta ci viene in soccorso il calendario, che prevede la fine dell’ora legale, così bimbi e famiglie hanno un’ora in più per prepararsi all’appuntamento.

La mattinata è nuvolosa e un po’ fredda, ma i ragazzi sono scaldati dall’entusiasmo e carichi di emozione perché sanno che anche oggi dovranno confrontarsi con squadre forti e preparate.

Per l’occasione sono presenti tutti e 3 gli allenatori Manuel, Raffaele e Luca e i bimbi, nonostante un paio di defezioni dell’ultimo minuto, sono tanti e vengono divisi in 2 squadre:

Appia 1, allenatore Raffaele, capitano Mattia, con Juri, Dario, Massimo, Enrico, Diego, i 2 Federico, Edoardo e Jacopo B.

Appia 2, allenatore Luca, capitano Jacopo P., con Valerio S., Gabriele Carando, David, Flavio O., Francesco C., Riccardo Properzi, Leonardo, Cristian, Lorenzo e Davide.

Le partite iniziano regolarmente intorno alle 10. La prima a scendere in campo è Appia 2, che incontra la Lazio 2 e dopo un incontro combattuto porta a casa la vittoria per 5 a 3.

Appia 1 incontra Ostia 1 e perde con onore: il risultato è 5 a 7, ma la prestazione di entrambe le squadre verde-blu entusiasma i genitori e inorgoglisce gli allenatori: i ragazzi stanno imparando a essere squadra, a percepirsi come un corpo unico con un obiettivo comune, si schierano in campo, si aiutano, provano a passarsi la palla, si spendono con tutte le energie e i piccoli infortuni in campo ne sono la dimostrazione: i bimbi si scontrano, ricevono colpi, cadono, ma fanno di tutto per rialzarsi e tornare a giocare.

Le partite continuano e, dopo una pausa piuttosto lunga, Appia 1 incontra Urc 1, pareggiando per 5 a 5, mentre Appia 2 perde con Ostia 2 per 3 a 9, per poi stravincere con Urc 2, con il risultato di 9 a 2. L’ultimo incontro dei nostri è Appia 1 Lazio 1, che finisce 2 a 3 per la Lazio.

Durante le partite anche Michela Tondinelli viene ad assistere al concentramento. Michela è da quest’anno il coordinatore tecnico dell’Appia rugby, ma soprattutto è stata mediano di apertura con il record di presenze in nazionale e per noi è un grande onore che venga a veder giocare i bimbi fuori casa.

Finito il gioco si corre al terzo tempo, per la verità un po’ spartano, ma la fame è tanta e i mini atleti si divertono a stare seduti gomito a gomito e divorano la pasta in un secondo. Ma non finisce qui… dopo mangiato di nuovo tutti in fila verso le docce. I nostri valenti dirigenti Amanda e Marco ce l’hanno fatta: negli spogliatoi non entrano mamme e papà e i ragazzi se la cavano più o meno da soli e questo – conoscendone alcuni- è davvero un grande risultato.

Il bel clima di coesione dei ragazzi si vede anche tra i genitori, soprattutto quando per qualche minuto viene perso di vista un fratellino: all’istante le mamme e i papà vicini ai genitori del piccolo si mettono alla ricerca del bimbo correndo e chiamandolo per tutta l’area. In breve tempo il piccolo viene rintracciato e… il mio personale grazie va a tutti quelli che si sono prodigati nella ricerca del mio piccolo mostro!

Anche questa domenica di rugby si è conclusa ed è bellissimo vedere che tutti sono felici e soddisfatti al di là del risultato perché, come dice Manuel: “Questa è la bellezza di giocare per migliorarsi e non per essere i migliori!”

Leave a Reply